Incontro con l’anima: viaggio interiore di un ragazzo di 25 anni

By parva-res-admin

25 Aprile 2019

Questo è il “viaggio interiore” di un ragazzo.

Mi trovo su un pianeta molto bello, verde con alberi e stradine costruite con mattoncini curati: intorno vi sono tanti animali come conigli e scoiattoli…come se mi trovassi in un grande parco dove mi è molto piacevole camminare per le stradine. Non ci sono cartelli con scritto “divieto”. Ci sono anche molte persone che passeggiano amabilmente, felici: uomini,donne,bambini e anziani, famiglie e singoli, giovani che si accampano all’ombra degli alberi suonando la chitarra. Più passeggio e più mi rendo conto che è un pianeta molto popoloso. Penso che sia la Terra ma nel senso di materia prima dove poter mettere le radici.
Mi trovo molto bene su questo pianeta,mi sembra che tutti i problemi che mi assillano di solito siano spariti e io passeggio come un osservatore. E’ come se se ci fosse un ruscello che ,con il rumore delle sue acque, muove un’armonia generale e io partecipo di questa armonia. Mi dirigo verso il luogo più importante di questo Pianeta: è una piazza che si trova presso un crocevia da cui prendono avvio tutte le strade e nel centro si trova una fontana a due piani con zampilli e, in alto, una specie di putto alato, forse Cupido come se volesse celebrare il verro amore…c’è come il accordo di tutto.
Prendo pian piano coscienza che sono giunto sin qui per incontrare una ragazza.
Seduta sui bordi della fontana c’è una ragazza molto bella, fine ,con i capelli lunghi e un abito tipo damigella medioevale. Sulla fronte porta una corona floreale e sembra si stia riempiendo di questa armonia generale. e’ talmente colma di questa armonia che, sua volta, la trasmette. arrivo di fronte a lei, ci guardiamo e ci sorridiamo. Le porgo la mano e lei l’accetta dandomi la sua:al polso ha un braccialetto che richiama la flora del Pianeta.
E’ lieve, quasi non ha peso e camminiamo insieme senza fatica mentre la sa vicinanza trasmette tanta positività.
Più camminiamo e più sento transitare in me e quasi a toccare con mano l’atmosfera di armonia del Pianeta, come una musica che ti avvolge.
Guardandola negli occhi mi pare di vedervi riflesso tutto il Pianeta, al punto tale che se esistessero parti del Pianeta che vanno sistemate, io li posso vedere nei suoi occhi e così andare a sistemarle e a curare il pianeta, si, perché essendo vivo il Pianeta ha necessità di essere curato.
Ora desidero soltanto diventare parte di questo Pianeta, restarci con questa ragazza e sento che il Pianeta stesso ora è pronto ad accogliermi : è come se adesso facessi parte di un tutto: guardo nel mio petto e invece del cuore vedo il Pianeta…mi sento parte del tutto..ora tocca a me curarlo perché siamo un tutt’uno …mi sembra di essere nel sacco amniotico ma senza barriere.
Mi sento forte,sono diventato Uomo e sono pronto a continuare il mio cammino.

About parva-res-admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *