18 settembre S.Giuseppe da Copertino

By parva-res-admin

26 Marzo 2019

Una decina di anni fa, di ritorno da una vacanza a Grottamare, mi sono ritrovato a Osimo per il pranzo. Durante la passeggiata digestiva, ho trovato sul mio cammino il Santuario dedicato a S.Giuseppe da Copertino.

Di lui non conoscevo proprio nulla , ma la visita a questo luogo e agli ambienti in cui il santo ha vissuto, mi hanno spinto ad approfondire la sua storia.

Ho così scoperto la storia di un’anima vissuto nel 1600 che ha ancora molto da dire a noi oggi.

Mi ha attirato la sua semplicità e la sua umiltà che nascondono una profondità d’animo e tanta saggezza, manifestata anche attraverso le sue composizioni poetiche semplici nel linguaggio ma profonde nei contenuti.

Ora, tutte le volte che passo da Osimo.mi piace fermarmi per intrattenermi con lui e cercare di cogliere quanto può essermi di aiuto sia per la mia vita quotidiana sia per quella professionale.

Lo scorso anno ho avuto la gioia di visitare anche Copertino e ho trascinato con me gli amici che condividevano il viaggio in Puglia affascinandoli con il racconto della sua vita a vedere anche il santuario della Madonna della Grottella di cui era molto devoto..

Ho chiesto al mio amico pittore, Adriano, di dipingere un’icona del santo, raccontandogli la sua vita.

Ne è risultata un’opera di 34 cm.x 34 che spesso contemplo , perché Adriano è riuscito a mostrare nell’icona alcuni aspetti fondamentali della sua personalità: l’amore per l’Eucaristia (che lui chiamava “lu pecuriello”); la sua misticità (l’angelo);la sua dipendenza totale dal Vangelo, la devozione e l’amicizia con Maria (la Madonna della Grottella).

Patrono degli studenti perché,pur essendo molto ignorante (così si definiva) è riuscito a superare l’esame di ammissione al convento che era in latino, san Giuseppe da Copertino, è stato un grande mistico: il suo alzarsi in volo quando contemplava l’Eucaristia o la Madonna, hanno portato i suoi superiori ad accusarlo di stregoneria e a fargli subire processi canonici attraverso l’Inquisizione.

Ne è sempre uscito innocente ma ha vissuto una vita da segregato.

Alcune sue composizioni:

Non si può stringer l’acqua con le mani. Così le cose del mondo:chi l’abbraccia nulla stringe!

Accomodare la grotticella del nostro cuore”

Poesia di S. Giuseppe da Copertino
Chi fa bene

Chi fa ben sol’ per paura,
non fa niente e poco dura.
Chi fa ben sol per usanza,
se non perde, poco avanza.
Chi fa ben solo per forza,
lascia il frutto e tien la scorza.
Chi fa ben qual sciocco, a caso,
va per l’acqua senza vaso.
Chi fa. ben per parer buono,
ci si acquista un po’ di suono.
Chi fa ben per vanagloria,
non avrà mai la vittoria.
Chi fa ben per avarizia,
crescerà sempre in malizia.
Chi fa ben con negligenza,
perde il frutto e la semenza.
Chi fa bene all’indiscreta,
non fa frutto e mai si quieta.
Chi fa ben sol per salvarsi,
troppo si ama e non sa amarsi.
Chi fa ben solo per gusto,
non sarà sano, nè giusto.
Chi fa ben per puro amore,
dona a Dio l’anima e il cuore.

Preghiera dello studente

Nella fatica dello studio e degli esami,
S. Giuseppe da Copertino,
amico degli studenti e protettore
degli esaminandi,
vengo ad implorare il tuo aiuto.
Tu sai, per tua personale esperienza,
quanta ansia accompagni l’impegno
dello studio e quanto facili siano il pericolo
dello smarrimento intellettuale e lo scoraggiamento.
Tu che fosti assistito prodigiosamente da Dio
negli studi e negli esami per l’ammissione
agli Ordini Sacri, chiedi al Signore luce per la mia mente
e forza per la mia volontà.
Tu che sperimentasti tanto concretamente
l’aiuto materno della Madonna,
Madre della speranza, pregala per me,
perché possa superare facilmente tutte
le difficoltà negli studi e negli esami.
Amen.

Per conoscere S. Giuseppe da Copertino:

G:Parisciani, San Giuseppe da Copertino, Associazione Donare pace e bene,Osimo.

G.Sebasti, Il caso Giuseppe da Copertino, Sugargo edizioni.

Luigi Caricato, L’olio della conversinoe,Besa Editrice.

About parva-res-admin

2 thoughts on “18 settembre S.Giuseppe da Copertino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *