Ambito professionale

  • Ambito professionale

    Ambito professionale

    “Il problema è questo,che alla fine della mia vita, non mi trovi con le mani vuote”
    “Lungo il  cammino della vita,non facciamo che incontrare sempre di nuovo noi stessi sotto mille travestimenti”            (C.G. Jung, Jung parla: interviste e incontri, Adelphi)

    LA MIA STORIA
    Mi sono laureato nel 1979 in Pedagogia a indirizzo psicologico, dopo aver frequentato il Liceo Classico “Alessandro Volta” di Como, presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, discutendo la tesi “Problemi psicopatologici e psicoterapeutici dell’adolescenza”- con il Prof. Giorgio Moretti.
    Dopo aver acquisito nel 1985 la specializzazione in “Psicoterapia autogena e Psicoterapie brevi” presso il C.I.S.S.P.A.T di Padova discutendo la tesi “Utilizzo dei simboli nella psicoterapia di soggetti in età evolutiva” con il prof. Lugi Peresson, ho conseguito il Diploma di Magistero in Scienze Religiose presso l’Istituto Superiore di Scienze Religiose di nel 1994 discutendo la tesi “Le benedizioni nella dinamica che intercorre tra esperienza spirituale e vissuto psicologico” con il prof.don Claudio Magnoli.
    Ho lavorato presso l’ASL di Mariano Comense dal 1979 al 2005 inizialmente in qualità di Psicologo e successivamente in qualità di Direttore del Distretto Socio Sanitario.
    Attualmente svolgo la libera professione a Mariano Comense e sono consulente presso la Cooperativa Sociale Progetto Sociale di Cantù e Noi Genitori di Erba..
    Insegno da 10 anni Antropologia Psicologica presso l’Unitrè di Mariano Comense.
    Sono iscritto all’Albo Professionale degli Psicologi della Regione Lombardia e abilitato all’esercizio della psicoterapia (iscrizione 15.01.1990 n.1325).
    Socio Fondatore Psicoanalista del Centro di Psicologia Evolutiva Intersoggettiva (CEPEI) di Milano dall’ottobre 2007 ad oggi.
    IL MIO METODO DI LAVORO
    Svolgo il mio lavoro con entusiasmo e mi piace affrontare le situazioni, anche complesse che richiedono il mio intervento, in ottica multidisciplinare.
    Ho una rete di colleghi con i quali collaboro e mi confronto rispetto a specifiche situazioni (psicologi con diverse specializzazioni e competenze, psichiatri, neuropsichiatri, avvocati, educatori, assistenti sociali).
    Il mio orientamento professionale è Junghiano in una prospettiva relazionale intersoggettiva ed evolutiva. Questo orientamento mi porta ad aiutare le persone a trovare dentro sé le risorse per affrontare le difficoltà che stanno attraversando, promuovendo la presa di consapevolezza di significati ed emozioni attribuiti agli eventi attuali e/o alla loro storia, nonché aspettative e desideri non sempre consapevoli, rimuovendo i traumi e i condizionamenti del passato che impediscono di esseri liberi.
    Presupposto del mio agire professionale è che ognuno di noi possiede in se stesso tutte le potenzialità necessarie per affrontare e vivere serenamente la quotidianità.
    Utilizzo setting di lavoro flessibili (individuale, coppia e famiglia) in relazione agli specifici bisogni della persona e agli obiettivi da raggiungere lavorando insieme .
    LE MIE COMPETENZE:
    – psicoterapia clinica individuale con bambini, adolescenti e adulti;
    – consulenza e sostegno alla coppia coniugale e genitoriale;
    – apprendimento Training Autogeno;
    – analisi immaginativa;
    – supervisione analitica individuale e di gruppo
    – docente di Corsi di Formazione per genitori, insegnanti, educatori ed operatori socio-        sanitari sulle problematiche dell’età evolutiva e della sofferenza psichica
    – gruppi di lavoro sui sogni

    FORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE
    INFORMAZIONI PERSONALI
    Nome         Fojeni Giuseppe Luigi
    Indirizzo   Via Palestro, 32  22066 MARIANO COMENSE (CO)
    Telefono    333 3148885
    Sito:           www.parva-res.it
    E-mail:      nipote.abramo@tin.it
    Nazionalità italiana
    Data di nascita 18.03.1954
    ESPERIENZA LAVORATIVA
    Operatore Socio-culturale per l’Educazione Permanente presso il Comune di Mariano Comense (CO) dal 21.05 1979 al 14.12.1980.
    Psicologo Coadiutore presso il Consultorio Familiare dell’USSL n.13 di Mariano Comense dal 15.12.1980.
    Responsabile Servizio di Medicina Scolastica e Psicopedagogico dell’USSL 13 di Mariano Comense dal 4.11.1986 al 06.07.1987. (Delibera n.584 del 04.11.1986).
    Incarico di Responsabile Servizio di Assistenza Sociale dell’USSL n.13 di Mariano Comense dal 07.07.1987 al 30.06.1993. (Deliberazione n.467 del 07.07.1987).
    Dirigente Responsabile del Servizio di Assistenza Sociale dell’USSL n.13 di Mariano Comense dal 01.07.1993 al 31.12.1994.
    Dirigente Responsabile Territoriale del Servizio di Assistenza Sociale e Responsabile del Nucleo Inserimenti Lavorativi dell’Azienda UUL n.6 di Cantù dal 01.01.1995 al 28.12.1997.
    Direttore del Distretto Socio Sanitario di Mariano Comense dal 29.12.1997 al 12.11.1998 (Atto del Direttore Generale dell’USSL n.6 di Cantù prot.n.189990 del 29.12.1997).
    Dirigente Responsabile del Distretto Socio Sanitario di Mariano Comense dal 13.11.1998 al 14.06.2000 (Atto del Direttore Generale dell’ASL della Provincia di Como prot.n.21376 del 13.11.1998).
    Dirigente Responsabile Struttura Complessa Distretto Socio Sanitario di Mariano Comense dal 15.06.2000 al 18 aprile 2004 (Atto del Direttore Generale ASL Provincia di Como n.015302 del 15.06.2000).
    Dirigente Responsabile Area Marginalità e Fragilità del Dipartimento Attività Socio Sanitarie Integrate (A.S.S.I) dell’Asl della Provincia di Como dal 19.04.2004 al 31.10.2005.
    Consulente psicologo e Psicoterapeuta presso il Presidio di Comunità Terapeutiche dell’Azienda Ospedaliera S.Anna di Como dal 1.1.2005 al 31 luglio 2006.
    Psicologo Supervisore delle equipe di educatori presso la Cooperativa Sociale Progetto Sociale di Cantù, – per il Servizio Educativo Pomeridiano (S.E.P) dal 1 novembre 2006 al 31 dicembre 2008;
    – per il Servizio di Assistenza Domiciliare Minori dal 1 novembre 2006 al 30 giugno 2009
    – per la Comunità Alloggio Minori Cagiva dal 1 novembre 2006 a tutt’oggi.
    Psicologo e psicoterapeuta libero professionista dal 2005 a tutt’oggi.
    Direttore rivista di Psicanalisi on line “Cepeide” del Centro di Psicologia Intersoggettiva Evolutiva di Milano.
    Visita il sito Cepei
    Direttore Scientifico Cooperativa Sociale NOi GENITORI ERBA
    Visita il sito NOI GENITORI
     

     

    ISTRUZIONE E FORMAZIONE
    Diploma di Maturità Classica il 26 luglio 1973 presso il Liceo Ginnasio Statale “Alessandro Volta” di Como.
    Diploma di Laurea in Pedagogia (indirizzo psicologico) presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano il 4 luglio 1979 discutendo la tesi “Problemi psicopatologici e psicoterapeutici dell’adolescenza”- relatore Prof. Giorgio Moretti.
    Specializzazione quadriennale in “Psicoterapia autogena e Psicoterapie brevi” presso il C.I.S.S.P.A.T di Padova il 16 giugno 1985 discutendo la tesi “Utilizzo dei simboli nella psicoterapia di soggetti in età evolutiva” relatore Prof. Lugi Peresson.
    Diploma di Magistero in Scienze Religiose conseguito presso l’Istituto Superiore di Scienze Religiose di Milano il 9 dicembre 1994 discutendo la tesi “Le benedizioni nella dinamica che intercorre tra esperienza spirituale e vissuto psicologico” relatore Prof.don Claudio Magnoli.
    Esperienza formativa personale:
    1. analisi individuale personale e didattica con il prof. Giovanni Camolese, psicologo e psicoanalista ad orientamento junghiano, dal 17.12.1979 al 10.04.1982 per un totale di n. 240 ore;
    2. analisi didattica di gruppo, all’interno della Specializzazione quadriennale in Psicoterapia autogena e Psicoterapie brevi” del C.I.S.S.P.A.T di Padova nel quadriennio 1982- 1985 , con la supervisone del Prof. Luigi Peresson per un totale di n. 350 ore;
    3. supervisione psicoanalitica in gruppo inter pares , quindicinale, con il Centro Psicopedagogico S.Maria Assunta di Cannero Riviera (NO) dall’anno 1985 all’anno 1998 per un totale di n. 676 ore;
    4. supervisione di casi clinici di gruppo, con la d.ssa Romana Neri ,psicanalista ad orientamento kleiniano, per un totale di n. 90 ore nell’anno 1993;
    5. supervisione psicoanalitica individuale su propri casi clinici con il dr. Sergio Bettinelli, nell’anno 2007, per un totale di n. 16 ore;
    6. supervisione analitica in gruppo inter pares con il Centro di Psicologia Evolutiva Intersoggettiva (= CEPEI) di Milano, dal 2007 ad oggi , in incontri mensili di 2 ore per un totale di n. 92 ore.
    Iscrizione all’Albo Professionale degli Psicologi della Regione Lombardia e abilitato all’esercizio della psicoterapia (iscrizione 15.01.1990 n.1325).
    Socio Fondatore Psicoanalista del Centro di Psicologia Evolutiva Intersoggettiva (CEPEI) di Milano dall’ottobre 2007 ad oggi.
    CAPACITÀ E COMPETENZE PERSONALI
    Acquisite nel corso della vita e della carriera ma non necessariamente riconosciute da certificati e diplomi ufficiali.
    Trattamenti psicoterapeutici e di sostegno ad adulti e a soggetti in età evolutiva a partire dall’anno 1982.
    Attività di Tutoring con psicologi tirocinanti presso il Consultorio Familiare dell’USSL n.13 di Mariano Comense dall’anno 1983 all’anno 1995.
    Docente di Corsi di Formazione per genitori,insegnanti,educatori ed operatori socio-sanitari sulle problematiche dell’età evolutiva e della sofferenza psichica dall’anno 1980 a tutt’oggi.
    Dal mese di gennaio 2009 docente di corsi per assegnazione E.C.M per medici e psicologi presso il Centro di Psicologia Intersoggettiva (C.E.P.E.I) di Milano.
    Screening psicopedagogici effettuati presso le Scuole Materne ed Elementari dall’anno 1985 all’anno 1995.
    Gestione dello “Spazio Adolescenti” dell’ASL di Mariano Comense dall’anno 1989 all’anno 1995.
    Attivazione di Inserimenti Lavorativi a favore di minori a rischio di emarginazione sociale,tossicodipendenti e disabili dall’anno 1987 all’anno 1998.
    Gestione organizzativa e budgetaria del Servizio di Medicina Scolastica e Psicopedagogico, del Servizio di Assistenza Sociale, del Nucleo Inserimenti Lavorativi e del Distretto Socio Sanitario dall’anno 1986 all’anno 2005..
    Presidente e Commissario in Commissioni di Concorso presso ASL e Aziende Ospedaliere per il posto di Psicologo, Educatore Professionale e Assistente Sociale.
    Commissario Commissione Esame di Stato per la professione di psicologo presso l’Università Cattolica del sacro Cuore di Milano – sessione estiva e autunnale anno 2005.
    PRIMA LINGUA francese
    • Capacità di lettura buona
    • Capacità di scrittura buona
    • Capacità di espressione orale buona
    ALTRE LINGUE
    Latino
    Greco antico
    Rudimenti di arabo
    CAPACITÀ E COMPETENZE RELAZIONALI
    Vivere e lavorare con altre persone, in ambiente multiculturale, occupando posti in cui la comunicazione è importante e in situazioni in cui è essenziale lavorare in squadra (ad es. cultura e sport), ecc. Fin da ragazzo mi è sempre piaciuto partecipare all’organizzazione di gruppi educativi oratoriali, centri estivi per minori organizzati sia da Enti Morali sia da Amministrazioni Comunali.
    Attualmente svolgo attività di volontariato presso una Casa di accoglienza per donne e bambini stranieri.
    Non ho mai avuto difficoltà ad entrare in relazione con le persone che mi riconoscono una buona capacità di ascolto.
    CAPACITÀ E COMPETENZE ORGANIZZATIVE
    Ad es. coordinamento e amministrazione di persone, progetti, bilanci; sul posto di lavoro, in attività di volontariato (ad es. cultura e sport), a casa, ecc. Gestione organizzativa e budgetaria del Servizio di Medicina Scolastica e Psicopedagogico, del Servizio di Assistenza Sociale, del Nucleo Inserimenti Lavorativi e del Distretto Socio Sanitario.
    Componente Consiglio Amministrazione Casa Accoglienza per donne straniere di Mariano Comense.
    Componente Consiglio Amministrazione Centro di Psicologia Intersoggettiva (C.E.P.E.I) di Milano
    CAPACITÀ E COMPETENZE TECNICHE
    Con computer, attrezzature specifiche, macchinari, ecc.
    Buona conoscenza Sistemi Operativi MS DOS e WINDOWS ed applicativi:Access,Publisher,Internet Explorer,Excel.
    CAPACITÀ E COMPETENZE ARTISTICHE
    Musica, scrittura, disegno ecc. Possiedo discrete capacità nell’ambito della scrittura e della realizzazione di opere grafiche a Computer o manualmente.
    ALTRE CAPACITÀ E COMPETENZE
    Competenze non precedentemente indicate. Ho una buona conoscenza delle piante officinali e della vita degli animali.
    Mi piace camminare nella natura percorrendo sentieri montani e fluviali.
    Discrete capacità ciclistiche e natatorie.
    Appassionato di arte,musica classica e operistica, cinema e lettura.
    PATENTE O PATENTI B
    ULTERIORI INFORMAZIONI
    PUBBLICAZIONI
    Problemi Psicologici-educativi. Appunti di un’esperienza.
    A cura del Comune di Mariano Comense (CO).Anno 1982.
    Introduzione al linguaggio simbolico:la fiaba.
    A cura dell’USSL n.13 di Mariano Comense.Anno 1982.
    Corso di Training Autogeno per Educatori.
    A cura dell’USSL n.13 di Mariano Comense. Anno 1986.
    Il Gioco.
    A cura dell’USSL n.13 di Mariano Comense. Anno 1987.
    Gruppo di Formazione per genitori di bambini dai tre ai sei anni.Appunti di un’esperienza.
    A cura dell’USSL n.13 di Mariano Comense. Anno 1987.
    Corso di formazione per educatori.
    A cura dell’USSL n.13 di Mariano Comense. Anno 1987.
    I diritti del bambino.
    A cura dell’USSL n.13 e del Distretto Scolastico di Mariano Comense. Anno 1990
    La fiaba:dono d’amore al bambino.(in collaborazione con Paola Motta)
    A cura dell’UNICEF e dell’USSL n.13 di Mariano Comense. Anno 1990.
    “La fiaba e il gioco;momenti di crescita per il bambino” in IL MONDO DEL BAMBINO.
    A cura dell’USSL n.13 di Mariano Comense. Anno 1990.
    “Parole e gesti di benedizione per aiutare un bambino a diventare uomo” in GUARIRE TUTTO L’UOMO.
    A cura dell’USSL n.6 di Cantù. Anno 1995.
    Per amore, poesie. Rielaborazione grafica e stampa a cura del Laboratorio LIBERI TUTTI, Cooperativa NOI GENITORI
    Erba, 2015.
    ALLEGATI
    Il sottoscritto è a conoscenza che, ai sensi dell’art. 26 della legge 15/68, le dichiarazioni mendaci, la falsità negli atti e l’uso di atti falsi sono puniti ai sensi del codice penale e delle leggi speciali. Inoltre, il sottoscritto autorizza al trattamento dei dati personali, secondo quanto previsto dalla Legge 196/03.
    Mariano Comense febbraio 2018
    Giuseppe Fojeni

  • L’ULTIMA SEDUTA

    pubblicato sulla rivista Cepeide http://cepeide.org/

     

    Lo scorso mese di settembre,durante l’ultimo incontro con un paziente, ho vissuto un’esperienza che mi ha scosso nel profondo dell’animo e mi ha portato a riflettere sul vissuto del terapeuta durante e dopo l’ultimo incontro con il paziente, nel momento conclusivo del percorso terapeutico.

    Questa esperienza mi ha ricordato quanto affermato da Madame Blanche (la psicoanalista di Anna nel film di Nelo Risi e nel libro di Marguerite A Sechehaye “Diario di una schizofrenica): “Guardo la sedia vuota e mi rendo conto che tra qualche tempo Anna non sarà più qui. Oggi Anna può fare a meno della mia presenza perché mi porta stabilmente dentro di sé e sono io che la devo perdere. Sento dentro come un lutto,ma questo è il prezzo di una nascita”.

    In fondo, dopo aver camminato insieme a lungo e dopo aver condiviso emozioni, pensieri e segreti, è doloroso lasciarsi: questo sia per il paziente, sia per il terapeuta.

    Ma, come afferma Madame Blanche, è questo il prezzo di una nascita.

    Il signor Mario, 62 anni, dializzato da quando aveva 20 anni,mi è stato inviato dal reparto di Dialisi del suo Ospedale di riferimento per un sostegno psicologico.

    Ci siamo incontrati,all’inizio con difficoltà : Mario riteneva di non aver bisogno di uno psicologo e veniva solo per far “piacere ai medici e a mia moglie”. Successivamente tra noi si è costruita una bella relazione. Ad ogni incontro Mario portava uno scritto in cui raccontava la sua vita a partire dai ricordi della sua infanzia che condivideva con me, confrontandosi,riflettendo ed elaborando i pensieri e le esperienze vissute.

    Ed eccoci all’ultimo incontro: Mario entra nello studio e prende posto sul divanetto, dove solitamente siedo io. Questo perché Mario è sordo e porta un apparecchio acustico, così abbiamo modificato il setting e io mi accosto a lui con una sedia per poterci parlare senza fatica.

    Mario comincia a raccontarmi quanto è accaduto durante la settimana: è stata una settimana faticosa per le varie dialisi affrontate e si sente stanco. Mi chiede un po’ d’acqua che vado a prendere in cucina e gli offro volentieri (intanto mi trascorre nel pensiero l’eterna domanda di noi analisti: sto rompendo il setting?!?).

    Mentre parliamo, Mario si sporge leggermente verso destra e, guardando la finestra dietro le mie spalle,comincia a sorridere con piacere.

    Incuriosito gliene domando il motivo e lui mi risponde: “Sorrido alla signora che è lì vicino alla sua finestra e mi sta sorridendo piacevolmente. E’ bella,giovanile,sembra una signora di altri tempi,assomiglia a una fata”

    Mi giro verso la finestra ma non scorgo nulla : penso ad un’allucinazione anche se Mario è qui da me solo per un sostegno psicologico e non è affetto da patologia psichica grave.

    Soprassiedo al mio pensiero e continuo la seduta. Quando mancano pochi minuti alla conclusione, Mario si sporge nuovamente in fuori, questa volta verso la porta di ingresso allo studio e saluta sorridendo, alzando anche la mano.

    Di nuovo, alla mia richiesta di spiegazioni, egli risponde che sta salutando un signore gentilissimo che gli sta sorridendo dalla porta. E’ un signore vestito di bianco, che assomiglia molto alla signora di prima e che, come lei, gli dà una sensazione di tranquillità e di gioia. “Sembrano due gemelli!” – esclama con convinzione.

    Non possiamo commentare l’evento perché l’ora si avvia alla conclusione e giunge in studio la moglie di Mario a prenderlo (Mario non guida).

    Qui si conclude il nostro comune percorso terapeutico.

    Qualche giorno dopo sua moglie telefona per comunicarmi la morte del marito avvenuta per infarto, il giorno successivo la nostra ultima seduta.

    Proprio in quei giorni stavo rileggendo “Rispecchiamenti dell’anima” di Marie Louise von Franz per preparare il mio intervento ad un seminario di studi e in questo testo ho trovato un tentativo di risposta a quanto accaduto.

    L’Autrice, commentando la tragica storia della martire cristiana Perpetua di Cartagine, spiega come “in attesa dell’esecuzione a morte Perpetua ebbe varie visioni oniriche nelle quali incontrò figure del proprio Animus personale sotto l’aspetto del suo compagno di martirio Saturo e del diacono Pomponio. In particolare le apparve un pastore divino biancovestito e, in una visione successiva, un soccorrevole maestro gladiatore…resa più forte da questi daimones comparsi in sogno,Perpetua andò alla morte senza timore”.(194)

    Le visioni di Mario come quelle di Perpetua?!?

    A me piace pensare di essere stato partecipe di un evento straordinario che mi ha coinvolto –perché avvenuto nello studio di terapia – lasciandomi quasi un messaggio: è rassicurante pensare che, quando arriva il momento di concludere la tua avventura in questo mondo, c’è qualcuno che ti viene a prendere perché, in fondo, al di là della soglia, a noi sono sconosciuti luoghi e sentieri dell’Altrove.

    Qualsiasi cosa sia avvenuta ha lasciato nel mio animo,dopo lo scuotimento iniziale,tanta serenità.

    Scrive Marie de Hennezel (psicoanalista francese che si dedica da anni all’accompagnamento dei morenti) nel libro “Il passaggio luminoso”: “uno degli ostacoli alla comunicazione con chi sta per morire sta proprio nel fatto che noi non siamo nel suo stesso tempo” (118).

    Ringrazio Mario per questo: aver portato questo vissuto “atemporale” dentro il mio “presente” di terapeuta, spingendomi ad andare “oltre” gli ammonimenti e le regole rigide del setting psicoanalitico.

    Scrive ancora Marie de Hennezel in “La morte amica”: “Mi ricordo di una frase di Lou Andreas – Salomé, una delle prime donne ad aver praticato la psicoanalisi nella scia di Freud: “E’ dandosi completamente che si ottiene con tanta pienezza”. Nei suoi scambi così acuti e intelligenti,con il maestro della psicoanalisi,lei non smetteva mai di proclamare che l’amore,ben lungi dall’essere un serbatoio che si svuota appena vi si attinge,si rinnova prodigandosi” (187).

    Qui non c’è nulla da capire: non bisogna cercare di capire,bisogna soltanto vivere il mistero della vita.

    Parafrasando un’espressione di Hillman posso dire che questo evento non è fatto per essere spiegato, ma solo contemplato.

    Ho riscoperto altresì l’importanza dell’intersoggettività nella relazione analitica, come scrive Paolo Cozzaglio in “Psichiatria Intersoggettiva” : “Curare vuol dire entrare in relazione senza bisogno di difendere il proprio ruolo di curante o paziente,perché questi sono solo una premessa funzionale alla relazione di cura stessa…perché il primo obiettivo della cura è entrare in relazione con il Soggetto –paziente” (128).

    Voglio concludere questa riflessione con una poesia che ho scritto subito dopo la conclusione di un’altra “ultima seduta” che non ha visto la morte di nessuno ma la rinascita psicologica di una signora trentenne.

    Ma anche per Mario è stata una rinascita, anche se non come la intendiamo noi psicanalisti.

    Questa poesia mi sembra racchiudere in sé la dinamica “misteriosa” che si muove nell’incontro tra due Soggetti che hanno percorso insieme un tratto di strada:

    Penso a te

    che mi hai donato

    frammenti di vita,

    emersi dal teatro

    dell’anima.

    Appena te ne sei andata,

    come un cacciatore di indizi,

    ho iniziato a pellegrinare

    spronato da un vuoto,

    da una mancanza.

    I tuoi simboli

    hanno attivato i miei

    ed ora, frammenti d’anima

    che sonnecchiavano in me,

    si agitano

    per entrare in scena.

    Desidero ritirarmi

    in un nascondiglio,

    fluire in un altrove

    là dove,

    solo per allusioni

    celate nel reale,

    si manifesta il mistero.

    22 aprile 2013

    BIBLIOGRAFIA

    Marguerite A. Sechehaye, Diario di una schizofrenica, Giunti 2006.

    Marie Louise von Franz, Rispecchiamenti dell’anima,Vivarium,2012.

    Marie de Hennezel,Il passaggio luminoso, Rizzoli,1998.

    Marie de Hennezel, La morte amica, Rizzoli, 1996.

    Paolo Cozzaglio, Psichiatria Intersoggettiva, Franco Angeli, 2014.

  • CORSO DI ANTROPOLOGIA PSICOLOGICA “Realizza il progetto che c’è in te”
    CORSO DI
    ANTROPOLOGIA PSICOLOGICA  
    PRESSO UNITRE MARIANO COMENSE                   2018 -2019
    
    Realizza il progetto che c’è in te. Il viaggio interiore che conduce alla scoperta di sé stessi. 
    								Docente:	Giuseppe Fojeni
    
    Contenuto: 
    
    
    Che cosa mi fa innamorare di una persona? Perchè a volte sono triste senza motivo? 
    Perchè mai ho scelto proprio questo lavoro? A domande come queste si può rispondere 
    solo se siamo in grado di guardarci dentro, di individuare le forze che si agitano in noi e 
    il modo migliore di gestirle. La psiche umana si può paragonare a un teatro nel quale 
    si muovono e interagiscono continuamente diversi personaggi, ciascuno con un ruolo preciso. 
    Vogliamo riconoscerli, uno per uno facendoci aiutare da C.G.Jung: la Persona, l’Ombra, l’Io, l’Animus, 
    l’Anima, il Sé. Conoscersi più a fondo potrà aiutarci a vivere la propria vita 
    con maggior consapevolezza. 
    Obiettivo del corso: Conoscersi più a fondo per vivere la propria vita con maggior consapevolezza. 
    
    IL CORSO SI TERRA' PRESSO  IL SALONE CENTRO SAN ROCCO
    Via Kennedy  a Mariano Comense
    il venerdì dalle ore 14 30 alle ore 15 45
    nelle seguenti date:
    
    Ottobre			26
    Novembre		16    30
    Dicembre			14
    Gennaio			11	25
    Febbraio  		8	22
    Marzo			22
    Aprile			12
    Maggio			10
    
    
    Per iscrizioni e informazioni  www.unitremariano.it
  • Buon Natale !

    NATALE 2018 CAPODANNO 2019

    O uomo,impasto di bene e di male, leva la luce che è in te, coronala di sacrifici. Tu,uomo,sei lo spettacolo del giorno: sorgi al mattino e ti addormenti la sera per il buon riposo. Ecco, ogni giorno si compie in te l’equinozio della primavera: c’è un momento in cui fai fiori, un momento in cui fai stelle, un momento in cui fai le tenebre. E’ in queste ore di tenebre che io ti vengo a cercare.

    (Alda Merini, Gesù, in Mistica d’amore,Frassinelli ed,2008)

     

    Non ricordate più le cose passate,non pensate più alle cose antiche! Ecco, io faccio una cosa nuova: proprio ora germoglia,non ve ne accorgete?

    (Isaia 43,18-19)

    San Giuseppe GianBattista Caracciolo il_Battistello_

    1620-1630 Collezione privata Venezia

                                                                Giuseppe

  • ALLA RICERCA DELLA FELICITA’ INVITO ad incontro

  • PINOCCHIO : un cammino di INDIVIDUAZIONE
    Pinocchio: un cammino di individuazione.

    Grazie ad un’amica ho conosciuto un “Maestro” della Scienza dello Spirito di Rudolf Steiner:Marcello Carosi (1919-2001),medico e neuropsichiatra,autore di un libro,bello e profondo,“Pinocchio.Un Messaggio Iniziatico”, dell’Editrice Mediterranee,2001. (altro…)

  • REALIZZA IL PROGETTO CHE C’E’ IN TE corso Unitre Mariano Comense e Giussano anno 2018-2019

    REALIZZA IL PROGETTO CHE C’E’ IN TE di Giuseppe Fojeni (cliccare)

  • ALLA RICERCA DELLA FELICITA’ invito alla conferenza di Silvano Petrosino

  • Lettura psicoanalitica di “Pinocchio di Collodi e il processo di individuazione”.

    Lettura psicoanalitica di “Pinocchio di Collodi e il processo di individuazione”.

    Le avventure di Pinocchio suscitano domande esistenziali, raccontano legami universali che si intrecciano all’avventura di un essere particolare; sanno evidenziare dinamiche psichiche significative e nascondere, nel contempo, messaggi simbolici profondi che risvegliano nel lettore il desiderio di ritrovare se stesso attraverso la presa di coscienza che lo trasforma, rendendolo pienamente umano.

    Venerdì 14:30 – 15:45

    ott. Nov. Dic. Genn. Feb. Marz. Apr. Magg.

    11;25

    15;29

    13

    10;24

    7;21

    6;20

    3;24

    8

    Presso UNITRE di Mariano Comense

    Sede : CENTRO SAN ROCCO MARIANO COMENSE

    Via Kennedy

    22066 Mariano Comense

    per iscrizioni

    Cellulare: +39 347 2597221
    E-mail: segreteria@unitremariano.it

     

    www.unitremariano.it